Il racconto gotico in biblioteca

400px-Henry_James_by_John_Singer_SargentMartedì 9 gennaio i membri del gruppo di lettura La Potenza dei libri si incontreranno in biblioteca per condividere le impressioni di lettura del racconto di Henry James Il giro di vite.

“Quello che avete visto dalla sala da pranzo un attimo fa era l’effetto della mia paura”.

Il libro venne pubblicato nel 1898, dapprima a puntate e solo in seguito in volume. Una giovane istitutrice viene chiamata per seguire due bimbi rimasti orfani e affidati alle cure di uno zio che, per diverse ragioni, non può occuparsi di loro. Questi assume la giovane donna a una sola condizione: di non contattarlo mai, qualsiasi cosa succeda ai ragazzi. Pertanto dovrà risolvere da sé ogni tipo di problema. Sempre! L’istitutrice fa quindi la conoscenza dei due ragazzi di ritorno dal college. Sono veramente intelligenti e adorabili. Lei si appassiona al lavoro e tutto sembra procedere per il meglio… sennonché cominciano ad apparire per la casa, sempre più sinistramente, due figure: un uomo con i baffi e una donna vestita a lutto… Un classico della letteratura gotica che ha ispirato decine di film e miniserie tv, opere liriche e teatrali, persino fumetti, qui tradotto dalla vibratile penna di Luigi Lunari.

[fonte www.feltrinellieditore.it]

Nell’immagine: Henry James ritratto da John Singer Sargenti, pubblico dominio, Wikimedia Commons.