In biblioteca il racconto di Nina Berberova

berberovaMartedì 12 aprile il Gruppo di lettura “La Potenza dei libri” si incontrerà in biblioteca per parlare del racconto di Nina Berberova “Il giunco mormorante”.

Nina Berberova, nata a San Pietroburgo nel 1901, lasciò la Russia nel 1922 a causa della persecuzione operata dai Soviet contro gli intellettuali. Si stabilì prima a Berlino, poi a Parigi, infine negli Stati Uniti, dove morì nel 1993.

Due amanti si separano a Parigi, all’inizio dell’ultima guerra. Anni dopo si ritrovano a Stoccolma. La loro storia è cominciata in quella «terra di nessuno, dove l’uomo vive nella libertà e nel mistero». Poi quella vita segreta era stata a poco a poco messa in ombra dalla «seconda vita», la vita comune. E viene il momento di chiedersi: che cosa sussiste di quella storia? Giocando magistralmente sulla tastiera dei sentimenti, la Berberova ha scritto un amaro, sottile apologo sull’amore e la libertà – e soprattutto su quella parte della nostra vita «di cui nessuno sa nulla» e sul come difenderla.